I due banchetti di limonata

I due banchetti di limonata

Immaginiamo due banchetti di limonata…

Il primo è stato allestito da due bambini.
Usano limonata del supermercato, bicchieri di carta e un tavolo spartano costituito da una sagoma di legno posizionata su due cavalletti. E’ un banchetto decoroso e semplice. Un bicchiere di limonata costa cinquanta centesimi, un prezzo che permette di ottenere un buon bicchiere di limonata fresca e di vedere il sorriso dei due bambini.

Nell’altro banchetto, invece, la limonata è gratis!
Di fronte, in bella vista, si trova un salvadanaio. Ad ogni ordinazione il gestore si fa subito avanti come un razzo e poi con calma raggiunge un secchio colmo di ghiaccio e di limoni. Estrae un limone, lo taglia e lo spreme con un piccolo spremiagrumi manuale. Mentre prepara accuratamente la bevanda conversa, ride, scherza ed interagisce con i suoi clienti, dando importanza a loro e al suo prodotto. Non ha fretta. La limonata non ha fretta, dice. O la si fa bene, o si fa a meno di farla! Quindi consiglia di prenderla con un po’ meno zucchero del normale, perchè così il gusto sarà migliore.
Durante questa lunga operazione molte persone, esauste per la lunga attesa se ne vanno…Il gestore non ci fa troppo caso, vuole dedicare il giusto tempo al suo cliente.
Alla fine, quando ha bevuto, il cliente lascia due euro nel salvadanaio, perchè la sua limonata gratis valeva almeno il doppio di quello che l’ha pagata!
L’esperienza vissuta l’ ha emozionato. In effetti, l’ha cambiato.

Il gestore nel suo piccolo ha fatto quello che dovrebbero fare tutte le aziende, dare importanza al proprio cliente, assicurarsi che il tempo trascorso presso “il suo banchetto” sia unico e indimenticabile!

Quale dei due banchetti di limonata avrà futuro migliore??

Zema

Nicola Zema

Nel tennis non poteva sfondare, troppo creativo ed incostante, poco incline a ripetere gli stessi schemi, sia pur vincenti. Come bancario non era destinato a far carriera, fino a che non viene arruolato nella squadra dei formatori e lì si apre la prospettiva di poter fare ciò che più gli piace, ciò per cui è nato: aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi.
Per Nicola ogni progetto è occasione di sfida, e soprattutto opportunità di mettere la propria passione al servizio di chi ne ha bisogno. Ne scaturiscono centinaia di progetti sempre diversi, che spaziano dalla leadership alla vendita, dalla comunicazione al team building, dal problem solving alla gestione del tempo.